Il momento migliore per allenarsi

Cosa condiziona i nostri allenamenti e come ottenere i migliori benefici.

orario allenamentoQuante volte abbiamo sentito le donne lamentarsi degli sbalzi di umore a causa del loro orologio biologico?

Beh, contrariamente a quello che si pensa, le donne non sono le uniche ad avere orologi biologici. Ognuno di noi ne ha uno e, imparando a conoscerlo, tutti possiamo modificare le nostre abitudini e trarne giovamento.

Se pratichi attività fisica regolarmente, potresti avere già stabilito qual’è il tuo orario migliore per l’allenamento, ripetendo la tua routine e dando la possibilità al tuo fisico di adattarsi nel miglior modo possibile. D’altra parte, se ti alleni in orari diversi ogni giorno, in maniera casuale, potresti essere interessato al lavoro degli scienziati che studiano il nostro orologio interno per determinare qual’è il periodo del giorno in cui dovresti pianificare i tuoi allenamenti.

Ritmi circadiani

Il segreto risiede nei ritmi circadiani, i cicli giornalieri che il corpo umano segue. Questi ritmi regolano praticamente tutto: dalla temperatura corporea al metabolismo alla pressione sanguigna. I ritmi sono sincronizzati al ciclo naturale del giorno e della notte, hanno una durata di 24 ore, e possono essere regolati ogni giorno secondo l’ambiente.

Caldo è meglio

I ritmi circadiani, influenzando la temperatura corporea, sembrano essere i responsabili della buona riuscita dell’allenamento. Quando la temperatura del corpo raggiunge il suo massimo, gli allenamenti saranno probabilmente più produttivi; quando la temperatura è bassa, è probabile che la sessione di allenamento non sia ottimale.

Se facciamo riferimento all’arco di 24 ore, la nostra temperatura corporea tocca il punto più basso da una a tre ore prima di svegliarci al mattino. Nel tardo pomeriggio invece possiamo rilevarne il picco più alto.

Gli studi hanno dimostrato che l’attività fisica svolta nel tardo pomeriggio, produce prestazioni migliori e maggior vigore. I muscoli sono più caldi e flessibili, lo sforzo percepito è basso, il tempo di reazione è minore, la forza è al suo apice, mentre la frequenza cardiaca a riposo e la pressione sanguigna sono basse.

Niente modifiche drastiche

Prima di tutto, non modificate il vostro programma se vi sentite bene a cominciare la giornata con l’esercizio fisico.

Siamo tutti d’accordo che è meglio allenarsi in qualsiasi momento della giornata piuttosto che non allenarsi per niente!

Le persone abituate ad allenarsi la mattina sono riuscite col tempo ad adattare il proprio corpo a questo orario. Se il vostro programma prevede un allenamento mattutino, cercate di aumentare il volume dello stretching ed effettuate un buon riscaldamento iniziale per garantire che il corpo sia pronto all’azione!

Altre considerazioni

Se praticate qualsiasi tipo di attività fisica con l’obiettivo di alleviare lo stress , l’esercizio funziona sempre, a qualsiasi ora. Se invece vi state allenando per una competizione e vi chiedete quando è meglio allenarsi, tutto dipende dall’orario in cui si svolge l’evento: meglio allenarsi all’orario della giornata previsto per la gara per permettere al fisco di abituarsi, e ai ritmi circadiani di regolarsi.

Anche se l’allenamento svolto in qualsiasi momento della giornata farà aumentare i vostri livelli di prestazione, la ricerca ha dimostrato che la capacità di mantenere l’esercizio protratto nel tempo è adattabile ai ritmi circadiani. In altre parole: allenatevi costantemente al mattino se volete avere i migliori adattamenti fisici per una maratona che si svolge nelle prime ore della giornata!

Condividi con i tuoi amici
Open chat
Vuoi aiuto?
Benvenuto su TrainerLAB!
Hai bisogno di informazioni?
Chiedilo a Maurizio