Ginnastica-per-anziani

Gli aspetti principali da conoscere nell’approccio all’allenamento per anziani

La ginnastica per anziani ha benefici sulla qualità della vita quotidiana. Allenarsi fa bene in tutte le età, ma in questa sezione risponderemo alle domande più comuni per l’allenamento durante la terza età.

 

Non pratico sport e non mi alleno da anni. Perché dovrei iniziare adesso?

Anche se non hai mai praticato attività fisica, non è mai troppo tardi per avere i benefici di un regolare allenamento, meglio se sotto la guida di un personal trainer.

Gli esercizi cardiovascolari come la camminata veloce, il nuoto o una sana pedalata in bicicletta rinforzano il cuore, i muscoli, incrementano energia e resistenza. Inoltre mantiene bassi i livelli di zuccheri e colesterolo nel sangue, senza contare il beneficio che ne deriva a livello psicologico. La sedentarietà, al contrario, aumenta il rischio di malattie cardiovascolaridiabete e altri seri rischi per la salute.

Gli allenamenti basati su forza e resistenza, aiutano a preservare un buon tessuto muscolare e una buona densità ossea, contrastando l’osteoporosi.

Questo ti aiuterà a rimanere in buona forma fisica, in modo tale da affrontare una normale giornata con il minimo sforzo fisico e perché no, anche mentale.

 

Ho problemi di salute. L’esercizio fisico è sicuro per me?

In presenza di patologie, consulta sempre il tuo medico prima di praticare esercizio fisico. Chiedi quali precauzioni specifiche sono adatte al tuo caso e che tipo di esercizi possono darti un beneficio in totale sicurezza. Una regolare attività aiuta a gestire diverse condizioni mediche e in alcuni casi accelera il recupero nel decorso postoperatorio in caso di malattie gravi, come l’infarto e l’ictus.

Il tuo medico dovrebbe raccomandarti di eseguire un programma di allenamento clinicamente supervisionato, specifico per la ginnastica per anziani e successivamente di affidarti a un personal trainer esperto.

Ricorda, in ogni caso, che la sedentarietà comporta più rischi rispetto a iniziare un programma di esercizi a intensità moderata, per poi progredire a livelli più intensi.

 

Quali esercizi dovrei scegliere per preservare le articolazioni?

Attività come camminare, vogare, pedalare e nuotare hanno un basso impatto sulle articolazioni. Comunque una programmazione specifica con un professionista del settore può essere utile in molti casi.

 

Quanto tempo devo dedicare al movimento?

Inizialmente, potresti cominciare con 5 minuti di attività o poco più e, successivamente, aumentare fino ad arrivare a 30 minuti al giorno di esercizi cardiovascolari. Dovresti notare la differenza già dopo 6-8 settimane. Eseguire un potenziamento muscolare 2 volte la settimana con almeno 24 ore di recupero tra una sessione e l’altra.

Il  personal training è particolarmente utile, soprattutto per il primo approccio all’attività fisica.

 

Non sono sovrappeso. Dovrei allenarmi lo stesso?

Anche se hai un buono stato di forma e sei normopeso, allenarsi con costanza è la chiave per mantenere una buona salute e ridurre il rischio di malattie collegate alla sedentarietà.

Alcuni studi affermano che una persona in buona efficienza fisica, anche se in leggero sovrappeso, ha probabilità più basse di riscontrare problemi di salute rispetto a una persona magra ma sedentaria.

Uno stile di vita poco attivo aumenta le possibilità che si verifichino malattie cardiache, sindrome metabolica e diabete.

 

Come posso allenarmi se ho un budget limitato?

Inizia a camminare! Tutto quello di cui hai bisogno è un buon paio di scarpe e posti sicuri in cui puoi fare una sana camminata. Potresti provare uno dei nostri corsi di fitness di gruppo a basso costo. Per approfondire, leggi:Training in gruppo

 

L’allenamento della forza è salutare alla mia età?

L’allenamento per aumentare la forza è essenziale nella terza età. In questo periodo della vita la massa muscolare dimnuisce da 2 ai 3 kg ogni dieci anni, determinando una riduzione della forza, del controllo del motorio e del metabolismo basale. Anche le persone di età avanzata che seguono un programma di personal training strutturato sulla forza, possono riconquistare la massa muscolare persa nel tempo, incrementarela forza, il metabolismo basale, la densità ossea, l’equilibrio (utile per evitare le cadute) e quindi, migliorare la qualità della loro vita. Inoltre, uno studio ha evidenziato il collegamento tra forza muscolare e rigidità dell’aorta, l’arteria più grande che porta sangue dal cuore al resto del corpo. L’allenamento della forza riduce il rischio di morte per eventi collegati a malattie cardiache, indipendentemente dalla pratica o meno di attività aerobiche. 

 

Condividi con i tuoi amici
Open chat
Vuoi aiuto?
Benvenuto su TrainerLAB!
Hai bisogno di informazioni?
Chiedilo a Maurizio